LA GLOBALIZZAZIONE DELLA SCHIAVITU’

di Sandro Calvani, Serena Buccini, Adriana Ruiz Restrepo

La schiavitù, piaga e malattia mentale dell’umanità, ha accompagnato il genere umano per secoli. Oggi nell’immaginario collettivo la schiavitù è qualcosa di esotico e comunque appartenente al passato.Le cronache moderne dicono invece che ben poco è cambiato.

La storia di un neonato venduto agli inizi di luglio 2005 a Napoli per 300 euro, dimostra che non sono cambiati neanche i prezzi di mercato e che fanno poca differenza anche le distanze geografiche e le diversità culturali. Infatti 300 euro è anche il prezzo di una bambina di dieci anni da avviare al giro della prostituzione in Myanmar e in Thailandia.

La data ufficia!e di abolizione della schiavitù, quella che si celebra tradizionalmente, è il 1848.